Coinvolto in lite fra fidanzati: morto

A Castelvetrano nella notte di Natale si era intromesso in una lite fra fidanzati per mettere pace. Oggi è morto in ospedale

é morto in ospedale il carrozziere in pensione che la notte di Natale si era intromesso in una lite fra fidanzati. Si chiamava Antonio Calandrino, aveva 62 anni ed era un carrozziere in pensione che viveva a Castelvetrano. La notte di Natale, si è trovato coinvolto in una lite fra fidanzati in Via Tagliata. L’uomo era ricoverato in gravi condizioni dal 25 dicembre al Trauma Centre presso Villa Sofia a Palermo.

Morto per lite fra fidanzati

Era una notte di Natale normale per Antonio Calandrino, un carrozziere in pensione che si trovava in Via Tagliata a Castelvetrano. Secondo le ricostruzioni, il pensionato si era recato in strada perchè attirato dalle urla di due fidanzati vicino alla propria automobile. Il 62enne aveva tentato di mettere pace, senza riuscirci. Aveva invitato i due ad allontanarsi dalla propria vettura. A quel punto la giovane A. C., di 23 anni, lo ha spinto contro un parapetto. Ne è conseguita una caduta di 4 metri lungo le scale, che lo la ridotto in gravi condizioni.

La corsa in ospedale

A nulla è servito il ricovero urgente a Palermo, presso l’Ospedale Villa Sofia di Palermo. L’uomo era stato ricoverato immediatamente presso il Trauma Center la notte stessa ed è rimasto lì sino ad oggi. Purtroppo, però,  Antonio Calandrino non ce l’ha fatta. L’uomo è deceduto oggi, dopo circa due settimane, proprio a causa delle gravi ferite riportate a seguito della caduta.

Silvia GiorgiTrapani Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.