Divieto di avvicinamento alla ex per un marsalese di 50 anni

Ennesimo caso di stalking subito da una donna perché il suo ex non accetta la separazione, dopo una prolungata serie di vessazioni e minacce per un uomo di Marsala, in provincia di Trapani, è scattato il divieto di avvicinamento.

Scatta il divieto di avvicinamento per il 50enne di Marsalese, considerato un soggetto pericoloso per l’incolumità della sua ex da parte del tribunale di Marsala. I carabinieri hanno dato esecuzione a un’ordinanza emessa dal gip nei confronti dell’uomo, ritenuto responsabile di aver perseguitato l’ex compagna.

Le indagini, scattate dopo la denuncia della vittima, arrivata dopo l’ennesimo episodio, hanno permesso di far luce su una serie di comportamenti messi in atto dall’uomo dopo la fine della sua relazione sentimentale. Più volte il 50enne si sarebbe appostato sotto l’abitazione della donna e l’avrebbe tempestata di telefonate e messaggi con minacce e insulti a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Inoltre, al culmine della sua rabbia avrebbe danneggiato gravemente l’auto della vittima in più occasioni, sia mentre la donna era in casa per convincerla a uscire, sia mentre era a lavoro. Per l’uomo è così scattata la misura cautelare del divieto di avvicinamento, in attesa che sia celebrato il processo per stalking.

Redazione – Trapani Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.