Piero Russo ex consigliere provinciale condannato a 9 anni per pedofilia

La cassazione ha respinto il suo ricorso e l’ex consigliere provinciale di Trapani Piero Russo è stato condannato per abusi sessuali su minori a 9 anni e l’interdizione perpetua dai pubblici uffici. Sono state confermate in toto le sentenze di primo e secondo grado.

Piero Russo, oggi 57 anni di Castellammare del Golfo, era accusato di aver violentato un ragazzino all’epoca dei fatti dodicenne, figlio di alcuni amici di famiglia. I fatti si sono consumati tra il 2008 e il 2009. A difendere la vittima l’avvocato Francesco Caratozzolo. Le violenze sarebbero avvenute tutte a Castellammare del Golfo. L’ex consigliere provinciale ha sempre respinto ogni accusa. Ma oggi la cassazione apre per lui le porte del carcere.

Piero Russo fu consigliere provinciale di Forza Italia, eletto nel collegio di Alcamo, dal 2006 al 2012. Proprio nel periodo nel quale si svolsero i fatti si candidò anche Sindaco di Castellammare del Golfo per la coalizione di centrodestra. Un uomo di fiducia a cui affidare il proprio figlio, vista l’amicizia e la stima che i genitori del minore riponevano nel politico. Ma poi l’attenzione per il bambino divenne morbosa, furono letti alcuni inequivocabili. Gli amici si accorsero che qualcosa di terribile stava accadendo. Così la denuncia, che ha portato alle indagini ed alla condanna definitiva di oggi.

Redazione – Trapani Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.