Sedicenne tunisino accoltellato a Mazara. Quinci “Violenza ingiustificabile”

É ricoverato in prognosi riservata il ragazzo tunisino di 16 anni accoltellato sabato notte a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il giovane sarebbe stato colpito con cinque fendenti che lo hanno raggiunto al fianco e alla schiena al culmine di una lite scoppiata per futili motivi a Villa Jolanda, nella villa comunale. Immediatamente soccorso, è stato condotto in ospedale dove i medici lo hanno sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Non sarebbe, comunque, in pericolo di vita. Un aiuto alle indagini, condotte dai carabinieri che sarebbero già sulle tracce dell’aggressore, potrebbe arrivare dalle immagini degli impianti di videosorveglianza della zona. Ai militari toccherà anche chiarire la dinamica della violenta irruzione avvenuta poche ore dopo nello stesso nosocomio, dove alcune persone, forse conoscenti della vittima, hanno danneggiato arredi e seminato il panico.

“Le violenze di sabato notte sono ingiustificabili e inumane, sintomo di una parte della città che vive in condizioni di criticità sulle quali bisogna intervenire. Due le strade da percorrere: recupero dei luoghi in stato di degrado e maggiori controlli”. A dirlo è il sindaco di Mazara del Vallo (Trapani), Salvatore Quinci, dopo il ferimento del giovane tunisino di 16 anni, accoltellato al culmine di una lite a Villa Jolanda. “Abbiamo già approvato un progetto di riqualificazione di Villa Jolanda – spiega il primo cittadino -, per nuovi impianti di illuminazione e video sorveglianza, per far sì che torni a essere un luogo per i cittadini perbene, per le famiglie, per i bambini. Il progetto è già esecutivo e presto verranno avviate le procedure per l’assegnazione dei lavori. Ringrazio le forze dell’ordine intervenute tempestivamente sabato notte; grazie ai cittadini che non hanno voltato le spalle ad un uomo in difficoltà; grazie al personale sanitario che ha dovuto fronteggiare un’insensata e violenta irruzione nel pronto soccorso. Questi sono fatti che non dovrebbero mai accadere e la nostra Amministrazione farà di tutto per evitare che accadano ancora”, conclude il sindaco.

Redazione – Trapani Post

1 Commento
  1. […] Carabinieri della Compagnia di Mazara del Vallo hanno arrestato per estorsione M.R., un giovane tunisino di 22 anni, che da appena un mese era […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.